Carlo Scarpa

Contenuti

Il disegno era pensiero: Carlo Scarpa

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Carlo Scarpa (Venezia, 2 giugno 1906 – Sendai, 28 novembre 1978) è stato un architetto, designer e accademico italiano, tra i più importanti del XX secolo.

Carlo Scarpa ed i Premi

Per la sua opera ha ottenuto il premio Olivetti, il premio IN/ARCH, la Medaglia d’Oro ai Benemeriti della Cultura e dell’Arte, il Premio della Presidenza della Repubblica per l’architettura, e le nomine a membro degli Honorary Royal Designers for Industry, dell’Accademia Olimpica di Vicenza e dell’Accademia nazionale di San Luca.

Carlo Scarpa e l'Architettura

Possiamo dire che l’architettura che noi vorremmo essere poesia dovrebbe chiamarsi armonia, come un bellissimo viso di donna. Ci sono forme che esprimono qualche cosa. L’architettura è un linguaggio molto difficile da comprendere, è misterioso, a differenza delle altre arti, della musica in particolare, più direttamente comprensibili… Il valore di un’opera consiste nella sua espressione: quando una cosa è espressa bene, il suo valore diviene molto alto.”

Vi sono alcuni temi fondamentali nell’architettura di Carlo Scarpa:

  • il progetto basato sulla riflessione visuale e quindi sul disegno;
  • l’interesse per l’allestimento di mostre e musei;
  • il restauro di edifici preesistenti e la realizzazione di nuovi progetti in antichi contesti.

Scarpa utilizzava il disegno come pensiero, nei disegni dava spazio a riflessioni e ragionamenti, si poteva vedere in diretta il suo pensiero che si imprimeva sulla carta: disegnava una serie concatenata di figure, ma con una logica diversa da quella usuale degli altri architetti, che è di tipo concettuale. Essa era governata da una ragione che generava passaggi momentaneamente apparentemente inutili e ovvi, ma che successivamente si dimostravano particolarmente produttivi. Il suo sistema compositivo era svolto mediante il disegno, con modalità esemplificative ma anche con dettagli tipici della raffigurazione, della citazione.

Colori di una stanza
Archive
Umberto Pellegrini

L’uso del colore ed il piacere di abitare…

Il colore è uno degli strumenti più efficaci dell’arredamento. Trasforma gli ambienti: ha la capacità di ingrandire, modificare la percezione dello spazio e delle sue forme. Può mettere in risalto. Tanto unire quanto separare. Può illuminare scuri antri. Evidenziare forme particolare o dissimulare ciò che vogliamo celare.

Read More »